tesi srl


siti web business web home area clienti portfolio digitalizzazione contatti certificazioni
news



Creatività & Innovazione.




RESTO AL SUD - FINANZIAMENTO PER LE REGIONI MERIDIONALI
( 50.000 euro per ditta individuale o 200.000 per le societa' con il 35% a fondo perduto )








L’iniziativa è rivolta ai giovani di età compresa fra i 18 e 35 anni (36 anni non compiuti) residenti nelle regioni Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Campania, Calabria, Sicilia e Sardegna.

Per avere le agevolazioni occorre avere determinati requisiti:

Essere residenti in una delle regioni coinvolte dal bando, oppure trasferirsi entro 60 giorni (120 se si vive all’estero) dall’esito positivo della domanda di finanziamento.

Non aver usufruito di altre misure a favore dell’imprenditorialita' negli ultimi tre anni e non risultare titolari di attivita' di impresa alla data del 21 giugno 2017.

Non avere un contratto a tempo indeterminato per tutta la durata del finanziamento.

Chi beneficera' degli incentivi sarà obbligato a mantenere la residenza in una delle regioni interessate per tutta la durata del finanziamento, regione dove le imprese dovranno avere anche sede legale e operativa.

Il 35% del finanziamento sara' a fondo perduto, mentre il restante 65% sara' finanziato da una banca che abbia aderito alla convenzione tra ABI e Invitalia attraverso il fondo di garanzia PMI e dovra' essere rimborsato in 8 anni a tasso zero, il pagamento della prima rata avviene dopo due anni dall’ottenimento dei fondi.

Nel caso in cui la domanda venga presentata da un unico richiedente (ditta individuale) si potrà ricevere un finanziamento massimo di 50mila euro. Invece per una societa' (cooperative e ditte individuali comprese) il finanziamento può essere pari a 50mila euro per ciascun socio per un ammontare massimo di 200mila euro totali.
Il finanziamento può essere concesso anche alle imprese ancora da costituire, a patto che si costituiscano entro 60 giorni dalla notizia di esito favorevole della domanda.

Resto al sud e' rivolto alle imprese nei settori dell’agricoltura, dell’artigianato e dell’industria e della fornitura di servizi a favore delle imprese e delle persone e anche alle imprese delle attivita' del settore turistico, di pesca e acquacoltura, mentre sono esclusi i liberi professionisti e le attivita' commerciali.

L’importo finanziato può essere utilizzato per:

Ristrutturazione o manutenzione straordinaria di immobili (massimo 30% del programma di spesa).
Macchinari, attrezzature, impianti nuovi.
Programmi informatici, piattaforme per l'ecommerce e servizi per le tecnologie, l’informazione e la telecomunicazione (TIC).
Spese necessarie all’avvio dell’attività, come materie prime, materiali di consumo, canoni di affitti, canoni di leasing, assicurazioni (massimo 20% del programma di spesa).

Sono invece esclusi le spese di progettazione, i costi di eventuali dipendenti e le consulenze.

Le domande si possono presentare a partire dal 15 gennaio 2018 fino all’esaurimento delle risorse che ammontano circa 1 miliardo e 300 milioni di euro.

I criteri di valutazione saranno le competenze dei soci rispetto alle attivita' indicate nel progetto, per ogni attivita' prevista si dovra' prevedere una figura adeguata, le potenzialita' del mercato di riferimento e l’efficacia delle strategie di marketing. Un altro aspetto di cui si terra' conto sara' la sostenibilita' economica del progetto e ovviamente i requisiti per la concessione del fondo di garanzia.
















siti web ecommerce dematerializzazione certificazioni
mail: info@tesi-srl.itx
p. iva 04386171211
x


Qr code

qr code


x

  Copyright © TESI srl